Un vecchio proverbio diceva “l’amore non è bello se non è litigarello” ebbene sì in un certo senso può essere vero! Saranno contenti e contente tutti coloro che non riescono proprio a rinunciare ogni tanto ad una bella litigata o che la usano per movimentare il rapporto e per “difesa” dalla routine quotidiana. Per evitare però che la vita di coppia si trasformi in un campo di battaglia occorre imparare a rispettare alcune regole ed anche la peggior guerra dei Roses si trasforma in un litigio intelligente.

Vediamo insieme quali sono i passi e le regole del per imparare a litigare in modo intelligente.
Prima di litigare cosa bisogna avere chiaro:

Tempo: mai affrontare discussioni se il tempo a disposizione è poco, o il luogo non è quello giusto, ad esempio al telefono o in presenza di altre persone
Regole: stabilire regole chiare e condivise e rispettarle
Compromesso: un litigio intelligente si chiude con un compromesso entrambe i partner devono cedere su qualcosa

Occorre inoltre:
Individuare il problema: è importante (e non è così scontato) sapere CHE COSA fa tanto arrabbiare
Sentimenti ed emozioni correlate: come mi fa stare? ossia capire come mi sento in termini di emozioni/sentimenti (sono arrabbiato/a? o sotto c’è dell’altro delusione, sconforto, tristezza…)
Individuare la causa: che cosa causa il problema? Ossia la casusa scatenante è realistica e razionale? Per i gelosi? Mi posso arrabbiare perchè il/la mio/a parner parlano con qualcuno dell’altro sesso?
Vediamo le regole:
1. non tenersi troppo dentro il problema, ma parlarne il prima possibile
2. essere chiari nell’esposizione ed avitare espressioni del tipo “Mi fai arrabbiare”, ma piuttosto “mi sento arrabbiato per…”
3. chi espone il problema si assicuri che l’altro abbia capito, se nnon è così è si possono fare delle domande chiarificatrici
4. chi espone il problema devo proporre soluzioni
5. chi ascolta può fare una contro-proposta
6. discutere delle possibili soluzioni ed accordarsi sulla più fattibile (non la più giusta o sbagliata)
7. raggiunto l’accordo valutate insieme come metterlo in pratica: chi fara’ cosa, quando e come!
8. valutare possibili intoppi e come entrambe i partner potrebbero sabotare l’accordo
9. discutete de sentimenti a riguardo e trovate 3 vantaggi reciproci nel rispettare l’accordo
10. tornare a distanza di tempo a parlarne congratulandosi per il successo raggiunto
Cosa evitare in un litigio

Non limitarsi a lamentarsi e non prporre soluzioni
Stare su un problema alla volta
Non dare la responsabilita’ totalmente al prtner
Non dare giudizi autodistruttivi sulla persona (ricordatevi che l’amate anche se ha difetti)
Non tirare in ballo il passato ma stare sul presente
Evitare colèpi di testa senza vie di ritorno

Consiglio:

Mentre si litiga chiudere l’orgoglio in uno sgabuzzino!!!!!