A pochi giorni dalla Festa degli Innamorati i consigli dell’esperta per capire se e come festeggiare 

Ricordare il proprio Amore non può che far bene alla coppia, ma farlo soltanto il 14 di febbraio é riduttivo e addirittura inutile. Se festeggiare significa trovare tempo da dedicarsi reciprocamente regalandosi momenti di intimità e passione, allora la prescrizione della sessuologa é che San Valentino va festeggiato almeno dodici volte all’anno!

 

La quotidianità si sa oltre ad essere stressante, è fatta di molte situazioni e priorità che fisiologicamente tendono a distogliere le attenzioni dal partner. Cercare di stare in intimità non è così facile ed immediato, soprattutto quando non la relazione non è più nelle prime fasi dell’amore quando e la chimica non ha più gran voce per “farsi sentire” e  dettare  tempi e  priorità.

 

Tutto sarebbe più facile se le coppie avessero una sorta di  timer biologico dell’Eros, dotato di un “biiiiipppp” che segnala ogniqualvolta intimità e passione entrano in riserva. Ma dato che Madre Natura non ci ha dotati di questo marchingegno, per sfortuna o fortuna, ogni coppia non può far altro che usare il libero arbitro e festeggiare il proprio amore quando più lo ritiene opportuno o quando può. Ecco allora che con queste premesse San Valentino può essere uno dei tanti momenti in cui la coppia si ritaglia un momento tutto dedicato a Sé.

 

Ma le coppie che ne pensano di San Valentino?

C’è chi lo odia e chi lo ama, San Valentino é spesso al centro di polemiche che ne dichiarano come unica funzione quella consumistica. Ma è davvero soltanto così? Ci sono alcune tesi che proprio hanno pochi fondamenti e che vengono usate come alibi dai cosiddetti pigri o tirchi sentimentali. Eccone un paio:

 

1. San Valentino va festeggiato tutto l’anno.

Non posso che essere d’accordo con questa affermazione, anche se mi sembra un po’ troppo utopistica e poco realizzabile. Le esperienze di vita quotidiana ci insegnano che il lavoro, i figli, le preoccupazioni, le responsabilità, la routine rendono questo ambizioso obiettivo difficilmente perseguibile, anche quando la motivazione è delle migliori. E’ il bello ed il brutto della vita di chi sta insieme tutti i giorni, fatta di amore che va e viene, di litigi, di pigiamoni  o di mutande ascellari con l’elastico traballante, di cerette non fatte, di russate sul divano davanti alla tv, in cui lo stare insieme e fare l’amore se va bene sono il contenuto del sogno di mezzanotte. Non è una regola che può essere generalizzata certo, ma in certe situazioni avere delle ricorrenze prestabilite può rappresentare un input in più, per ritagliare del tempo da regalarsi senza sentirsi in colpa per averlo sottratto ad altro.

 

2. San Valentino è solo un business

La parola d’ordine per far colpo anche a San Valentino è stupire e lo stupore non è assolutamente dato dal numero di zeri presenti nell’assegno servito per l’acquisto di un regalo.

Ssan Valnetino può essere festeggiato anche ai tempi della crisi, grazie ad un vetntaglio di possibilità low cost, basta usare un po’ di fantasia e originalità. Quali??? Diamo al nostro partner quello di cui ha bisogno, uomini e donne spesso hanno bisogno di cose che non sono materiali, ma legate alla sfera delle emozioni e dei sentimenti.

544960_775509749163139_2517708235972004058_nSuggerimeti per gli uomini. Le donne hanno bisogno di tempo, ritagliatevene un pò e regalatelo alle vostre partner, niente le renderà più felici di avervi tutto per loro:

  • accompagnatela e fare shopping nel suo negozio preferito (senza sbuffare), ditele cosa vi piacerebbe che indossasse, ricordatele cose vi piace tanto di lei e del suo aspetto fisico, coccolatela e ditele che l’amate (quest’ultima andrebbe fatta con una certa frequenza in realtà…);
  • se proprio lo shopping non fa per voi accompagnatela a quella mostra, a vedere quel film a cui tiene molto, anche se non è proprio il vostro genere, sono sicura che non lo avete ancora fatto perché non sapete a quanta felicità corrispondono due ore del vostro tempo!
  • Se il rischio di addormentavi e sbadigliare e troppo alto non ci sono dubbi seducetela a tavola, ma sta volta a cucinare dovete essere voi. Per chi con la cucina non si dá del tu”, ricorrette allo chef a domicilio, fornitegli tutte le indicazioni e lui creerà per voi una serata perfetta tra le mura domestiche, che assumeranno per l’occasione una veste intima ed afrodisiaca come non mai. Personalizzate con un vostro tocco, una foto insieme scattata tempo fa o quella del luogo in cui vi siete conosciuti, non la lasceranno indifferente!

10622917_775510522496395_3926308515706504083_nSuggerimenti per le donne. Anche a Lui piace sentirsi amato e apprezzato da voi, molto più di quanto possiate pensare. Le donne hanno più creatività e fantasia, bastano soltanto alcuni suggerimenti:

  • se rimanete a casa e cucinate per lui, curate oltre al cibo anche l’atmosfera ricordando che anche voi siete uno degli ingredienti fondamentali, trucco e parrucco devono quindi essere curati. Giocate col cibo, finger food ed il suo vino preferito sono un buon inizio o un buon finale di cena, non saziatelo troppo altrimenti lo troverete tra le braccia di Morfeo anziché le vostre!
  • Se il vostro Lui e proprio allergico al San Valentino, ma voi ci tenete molto, negoziazione diventa la vostra modalità d’azione: organizzate una cena a cui parteciperanno coppie di altri vostri amici, ci sono diversi ristoranti che offrono questa possibilità anche a San Valentino. A Genova per esempio il Voltalacarta di via Assarotti.

10649887_775508105829970_4470550089261048244_nInfine un importante N.B.

Se siete uomini, San Valentino vi fa proprio venire l’orticaria e non vi sentite neppure di seguire uno dei suggerimenti no conventional lovers , avete una sola possibilità per essere assolti. C’è infatti una data ben più cara di quella di San Valentino per la quasi totalità delle donne presenti sulla faccia della terra: quella del Vostro Anniversario. In questo caso la questione é ben più delicata e per la dimenticanza non c’è n’è giustificazione né Santo che tenga, neppure San Valentino! 😉

 

A U G U R I !